Il Maelström

maelstrom

Maelström - Story 
Concerti 
Ultimo Repertorio

Archivio      
Trentennale        
Fotografie

     
Linea di separazione

Il concerto dei 30 anni

Sala del Caffè Decó del Kursaal Santalucia.
31 gennaio 2004
Il concerto dei 30 anni Nell’estate del 1973, Roberto Fuiano (voce e chitarra), Ninni Portoghese (voce e batteria), Francesco Mastrorocco (chitarra) e Mimmo Carella (basso) formarono il gruppo musicale Maelström che, con composizioni proprie e poche cover (Mother di John Lennon, Cry baby cry dei Beatles e Child in time dei Deep Purple), si ispirava alla musica rock del tempo, tra hard, progressive e psichedelica. In questa formazione, nel febbraio del 1974, diedero il loro primo e unico concerto in una discoteca di Modugno: “Radio Montecarlo”.
Questi gli albori di un gruppo destinato, con numerosissimi cambi di formazione e con una progressiva ma determinante trasformazione verso il genere folk d’ispirazione medievale, a restare sulla scena concertistica pugliese, e non solo, per trent’anni e oltre.
La formazione, fissa dal 2000 al 2004, è stata costituita da Arianna De Luca (voce e chitarra), Francesco Di Donna (voce e chitarra), Roberto Fuiano (voce, chitarra e flauti), Mimmo Semisa (voce e percussioni) e ha deciso di celebrare i 30 anni di attività Maelström con uno spettacolo musicale che prevede la partecipazione di numerosi “ospiti” passati nelle file del gruppo durante l’arco della sua esistenza e che si alterneranno nell’esecuzione di brani a loro familiari.
Oltre a due dei componenti fondatori, Ninni Portoghese e Francesco Mastrorocco (ora nei Fairy Tales di Venezia), è prevista la partecipazione di Sergio Lella (Ensemble Vovale Palazzo Incantato), Paola Cicolella, Gabriella Schiavone (Faraualla), Antonella Barile (Meridiana Ensemble), Maurizio Spera, Fabrizio Cillo, Tonio Nitti (ex Alify), Nino Colaianni, Mario De Tullio, Nanni Tessitore, Francesco Filomeno, Osvaldo Laviosa (ex Folkabbestia) e Guido Lioi (One Way Ticket).
Lo spirito del concerto è quello della festa, del piacere di stare insieme e suonare con vecchi amici, di ritrovarsi sul palco e fare musica, anche con amici che fra di loro non si sono mai incrociati.
Questa iniziativa è stata promossa sabato 31 gennaio 2004 alle ore 20.30 presso la sala del Caffè Decó del Kursaal Santalucia.
Lo spettacolo è stato replicato domenica 1 febbraio alle ore 19.00 presso il centro culturale Altair in via Re David 116/a nell’ambito di una interessante rassegna di incontri.
Quella che doveva essere quindi la celebrazione di 30 anni di attività, è stata forse anche (ma ai tempi non lo si immaginava) una sorta di festa di addio al genere che per tanti anni ha caratterizzato il Maelström. Oggi, pur restando legati all’immaginario fantastico, il gruppo si è spostato su sonorità più elettriche, tornando probabilmente a quell’idea iniziale di rock, ma più vicino al progressive e alla psichedelica, non rinunciando alla contaminazione etnica e folk.

Le foto dei concerti del Maelstrom tenuti per il trentennale dell'attività

clicca qui per vederle in sequenza

 
 
Torna all'inizio della pagina