Il Maelström

maelstrom

Maelström - Story 
Concerti 
Ultimo Repertorio

Archivio      
Trentennale        
Fotografie

     
Linea di separazione

Maelström Story

Il Maelström nasce nel 1973 come gruppo rock, prendendo il nome da un racconto di Edgar Allan Poe “La discesa nel Maelstrom”, riferito ad un vortice che si crea improvvisamente al largo delle isole Lofoti in Norvegia per differenza di marea.
Nel 1976, soprattutto grazie all’influenza di band inglesi come Amazing Blondel e Steeleye Span, il gruppo prende una direzione acustica avvicinandosi quindi al genere folk. L’ispirazione è quella delle ballads medievali inglesi e celtiche, ma con brani di propria composizione.
Negli anni successivi il Maelström si è maggiormente avvicinato alla musica folk e a quella antica inserendo nel proprio repertorio pezzi appartenenti alla tradizione popolare celtica e anglosassone, brani del rinascimento europeo, nonché ballate in lingua italiana e francese, senza tralasciare le proprie composizioni originali volte a evocare le atmosfere leggendarie e fiabesche della letteratura epica e fantastica. Molte infatti i testi che fanno riferimento al ciclo arturiano, o si ispirano ad esso con storie di cavalieri, maghi, dame e streghe. Sono stati inoltre musicati numerosi testi del poeta inglese William Blake.
Il gruppo ha quindi alle spalle anni di attività concertistica in tutto il meridione e, oltre a spettacoli in piazza e nei pub, si è esibito spesso a sostegno di manifestazioni pacifiste.Ha tenuto numerosi concerti nell’ambito di progetti culturali patrocinati da Comuni, Provincia e Università e in centri culturali e letterari, come quello del gruppo La Vallisa.
Una scheda informativa sul Maelström è stata pubblicata sul n. 39, febbraio 1984, della rivista a diffusione nazionale “Frigidaire”.
Nel 1988 il gruppo è stato trasmesso (col brano tradizionale irlandese The well below the valley) più volte dalla radio nazionale.
Il TG3 regionale della Puglia ha dedicato diversi servizi in occasione di alcuni concerti.
Nel maggio 2003 il Maelström è stato invitato ad esibirsi nell’ambito del congresso internazionale sulla letteratura fantastica (Saga 2003) al teatro Titano di San Marino, dove ha ricevuto gratificanti consensi.
Dal 2000 al 2004 la formazione del Maelström è stata stabile; ciò ha permesso la produzione di un repertorio comprensivo di circa 60 brani, con all’interno arrangiamenti in stile folk di pezzi appartenenti a gruppi storici del rock (Yes, Jethro Tull, Pink Floyd, Beatles, Led Zeppelin, Genesis, E. L. & P., King Crimson, Strawbs).
Il 31 gennaio del 2004 è stata realizzata, presso il teatro Kursal Santalucia di Bari, una grande festa per i 30 anni di attività del Maelström. Il concerto (che è stato ripetuto il giorno successivo presso il centro culturale Altair di Bari) ha visto la partecipazione di tanti di quei musicisti che, in tale arco di tempo, hanno “militato” nelle file del gruppo, ed ha ricevuto entusiasmanti consensi di pubblico e grande attenzione da parte dei media locali.
Divergenze di percorso hanno poi portato la band ad un ulteriore scioglimento, ma già nel 2005, il Maelström riprendeva l’attività con un nuovo organico per realizzare un cd dedicato allo scrittore Robert Howard con brani basati su testi (musicati dal gruppo) che narrano le avventure di un suo personaggio, Solomon Kane. Il sound si differenziava notevolmente da quello precedente, andando verso una fusione di elementi folk, rock e psichedelici con l’elettronica. Il cd, realizzato come produzione propria da Gino Portoghese (flauto e tastiere dell’ultima formazione) è stato presentato al Festival del Mediterraneo “People & Differences” tenutosi a Monopoli nel settembre del 2006.
Da allora, il gruppo è rimasto inattivo e attualmente non vi sono progetti per la sua ricostituzione.

Per maggiori informazioni consultare il sito Web: www.maelstromfolk.it
Per contatti: robfuiano@virgilio.it - Roberto Fuiano cell. 3408941872

 
Torna all'inizio della pagina